Woocommerce Menu

Perché l’attivismo sociale è importante

0 Comment


Quando si parla di attivismo sociale e politico, c’è sicuramente una grande confusione. Quello che salta alla mente subito sono probabilmente le manifestazioni in piazza, le proteste, come ad esempio quella dei gilet gialli in Francia, che possono sfociare in violenze e scontri. Ecco che l’attivismo nella sua accezione più generale prende subito un’accezione negativa: per quanto si possa essere d’accordo con certe proteste, difficilmente si può arrivare a tollerare certi mezzi.

Machiavelli diceva che il fine giustifica i mezzi, ma oggi non tutti sono d’accordo con questa (forte) affermazione. E l’attivismo moderno parte proprio da questo presupposto: fare protesta per migliorare la società, non per peggiorarla.

Cosa si intende per attivismo sociale

Per prima cosa, è quindi molto importante andare a vedere con precisione cosa si intende quando si parla di attivismo sociale. Si può essere attivisti in molti modi, tutti pacifici. Un attivista cerca di diffondere le proprie idee con metodi pacifici che fanno della comunicazione e della diffusione delle informazioni il loro punto forte. Pensiamo ad esempio a chi si impegna per l’ambiente o per gli animali: molto spesso, si tratta di mettere in piedi delle manifestazioni che spiegano i motivi per cui si ritiene una determinata cosa, sbagliata. Lo stesso vale per gli attivisti che si battono per i diritti civili, come quelli delle donne, delle minoranze o degli omosessuali: si tratta di far conoscere agli altri ciò che non si conosce. Molto spesso, infatti, il rifiuto di qualcosa avviene solo per mancanza di conoscenza, non per reale opposizione di pensiero.

Alcuni tipi di attivismo

Esistono molti tipi di attivismo, di seguito si elencano quelli che secondo chi scrive sono più efficaci e soprattutto non sovversivi:

  • Attivismo studentesco,necessario per rendere i giovani parte del futuro.
  • Non violenza, quindi movimenti di disobbedienza che non sfociano mai in azioni violente.
  • Boicottaggio, ovvero il rifiuto di acquistare prodotti che violano i precetti in cui si crede. Questo sistema è molto usato quando si parla di diritti degli animali e tutela dell’ambiente.

Ecco perché l’attivismo sociale diventa importante

Diventa quindi più facile comprendere perché ritengo che l’attivismo sociale sia un elemento fondamentale per una democrazia moderna e funzionale. Dal basso, da quello che a volte chiamare popolo può sembrare riduttivo, arrivano le vere richieste di innovazione. È con l’attivismo sociale che gli oppressi trovano voce, che possono cercare una via per vedere i propri diritti tutelati. In assenza di un attivismo sociale che vorrei definire “sano” verrebbero a mancare le basi stesse di una democrazia: il confronto e il dialogo. Per questo ritengo che sia responsabilità di tutti noi tenere l’attivismo sociale sempre attivo e al passo con i tempi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Bitnami